Sostenibilità ambientale d’impresa, insieme è possibile!

Sostenibilità ambientale d’impresa, insieme è possibile!

Studio Amorini è lieta di informarvi che tutti i professionisti del suo team hanno ottenuto la qualifica di auditor UNI EN ISO 14001:2015 – Sistemi di gestione ambientale.

Un ulteriore passo che ci consente di erogare consulenza professionale ad alto valore aggiunto in tema di sostenibilità d’impresa e di supportarvi nell’implementazione di sistemi e politiche ambientali finalizzate alla crescita del vostro business!

FINANZIAMENTI REGIONALI PER L’ENERGIA – ISO 50001

SISTEMI DI GESTIONE PER L’ENERGIA ISO 50001

FINANZIAMENTI REGIONALI IN ARRIVO!

Per sostenere l’efficientamento energetico delle piccole-medie imprese, e quindi incentivarle ad attuare misure migliorative, Regione Lombardia ha stanziato finanziamenti a fondo perduto per interventi di diagnosi energetica e per l’adozione della norma ISO 50001:2018 – Sistemi di gestione dell’energia. Il contributo copre il 50% delle spese ammissibili al netto dell’IVA; per la diagnosi energetica l’importo massimo riconosciuto è di € 8.000,00 e di € 16.000,00 per l’adesione alla norma ISO 50001.

Il bando si rivolge a tutte le imprese che sostengono rilevanti consumi energetici e che, nello specifico, rispondo ai seguenti requisiti:

1.Avere la propria sede in Lombardia

2.Essere costituite da almeno due anni e iscritte al registro delle imprese

3.Essere un’attività con codice ATECO Sezione B (Estrazione di minerali da cave e miniere) o Sezione C (Attività manifatturiere).

Come anticipato tra le spese ammissibili rientrano:

1.La diagnosi Energetica: ossia l’incarico a tecnici per la redazione della diagnosi stessa oppure l’acquisto di software per la misurazione analitica dei consumi.

2.L’adozione di un sistema di gestione conforme alla ISO 50001: in questo caso il finanziamento copre i costi per sostenere l’Audit di certificazione da parte di un ente terzo e i costi relativi alla consulenza necessaria per sviluppare o integrare il sistema di gestione.

Le domande per poter partecipare al Bando dovranno essere presentate in forma telematica entro il 31/03/2022 e per ulteriori informazioni sui requisiti di partecipazione potete contattare il numero verde 800.131.151 (dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle 20.00) oppure all’indirizzo email bandi@regione.lombardia.it.

Cogliere questa occasione vi permetterà di monitorare i vostri consumi, avviare prassi e politiche in grado di garantire l’efficientamento energetico della vostra azienda e di conseguenza apportare alla società benefici in termini di risparmio economico e vantaggio rispetto ai vostri competitors.

Ricordiamo inoltre che i sistemi di gestione per l’energia ISO 50001 sono perfettamente integrabili con altri sistemi di gestione qualità, ambiente, sicurezza.

Per supportarvi nell’attività di adozione e implementazione di un sistema di gestione conforme alla norma ISO 50001 potete contattarci al numero 0364.538077 o all’indirizzo email info@studioamorini.it.

 

PUBBLICATA LA NORMA ISO 37301!

PUBBLICATA LA NORMA ISO 37301!

Il 3 Aprile 2021 ISO ha pubblicato la nuova norma ISO 37301:2021 sui Sistemi di Gestione della Conformità destinata a gestire, monitorare e controllare lo stato di conformità delle aziende alla normativa vigente loro applicabile e pertanto prevenire eventuali rischi di inadempienza. Il suo scopo è quello di supportare lo sviluppo e l’attuazione di un sistema che, sulla base dei principi di sostenibilità, buona governance, trasparenza e proporzionalità, sia in grado di garantire il mantenimento e il miglioramento della compliance aziendale. Finalizzata a creare la cultura aziendale della conformità tale norma, coniuga l’esigenza di successo e sostenibilità delle aziende che vogliono affermarsi a lungo temine sul mercato, con le esigenze ed aspettative di tutte le parti interessate con cui si interfacciano.

Al momento il Gruppo di Lavoro GL 09 “Governance delle organizzazioni” della commissione tecnica UNI è all’opera per tradurre e adottare la norma in questione che è certificabile, sostituisce l’ISO 19600:2014, è rivolta a tutti i tipi di organizzazione e grazie alla sua struttura è integrabile con i sistemi di gestione già implementati (ISO 9001, ISO 14001, ISO 45001, ecc.) oltre che con i Modelli di Organizzazione Gestione e Controllo ex D. Lgs. 231/01.

Lo schema in questione fa parte di un corpus che comprende anche la norma UNI ISO 37001:2016 “Sistemi di gestione per la prevenzione della corruzione – Requisiti e guida all’utilizzo” e la norma ISO 37002 Sistemi di gestione Whistleblowing– Linee guida”, prevista per giugno.

E’ evidente che tale percorso di certificazione mira a tutelare le aziende fornendo loro strumenti idonei a garantire una corretta gestione della conformità legislativa.

Studio Amorini, con le sue risorse qualificate Compliance Manager, da Assocompliance, è a vostra disposizione per eventuali dubbi o chiarimenti.

Potete contattarci al numero 0364 538077, all’indirizzo mail info@studioamorini.it o trovarci sul canale social di linkedin.

REATI TRIBUTARI INTEGRANO IL D. LGS.231/01

I REATI TRIBUTARI INTEGRANO IL

D. LGS.231/01

A cavallo tra il 2019 e il 2020 tra il novero dei reati presupposto sono stati introdotti i Reati Tributari (ex art. 25 quinquesdecies D. Lgs. 231/01). Nello specifico fanno parte di questa macro area: dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti; dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici; emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti; occultamento o distruzione di documenti contabili; sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte.

Con il Decreto Semplificazioni, del 6 luglio 2020, è stato approvato anche il decreto legislativo che recepisce la cosiddetta Direttiva PIF. Tale intervento normativo di riflesso, agisce anche sul D.Lgs. 231/01 andando ad incrementare i reati per cui è prevista la responsabilità amministrativa delle aziende.

Con quest’ultimo provvedimento del legislatore vengono integrati alcuni reati presupposto: tra i delitti contro la Pubblica Amministrazione (art 24 e 25 D. Lgs.231/01), assumono rilievo anche il peculato, l’abuso d’ufficio e delitti in frode nelle pubbliche forniture; mentre, per quanto concerne i Reati Tributari, le condotte illecite che costituiscono le fattispecie di: dichiarazione infedele; omessa dichiarazione e indebita compensazione completano il novero dei reati contemplati dall’art 25 quinquesdecies D. Lgs. 231/01; infine è stato introdotto l’art. 25 sexiesdecies contrabbando.

L’introduzione di questi delitti comporta per le aziende dotate di un Modello Organizzativo di Gestione e Controllo (MOGC) ex D. Lgs. 231/01, la necessità di intervenire aggiornando il MOGC e, per quelle che ancora non hanno provveduto, di valutarne seriamente l’introduzione ai fini di una maggiore tutela del proprio patrimonio e degli stakeholder.

In questa fase di adeguamento risulta prioritario che le aziende si concentrino soprattutto sulla revisione del MOGC nella sezione dedicata alla descrizione dei Reati Applicabili, alla Valutazione del Rischio e all’aggiornamento del proprio Sistema di Controllo Interno finalizzato ad impedire la commissione di tali reati.

Studio Amorini si rende disponibile per eventuali approfondimenti e per supportarvi nelle attività di aggiornamento.

Vi ricordiamo che potete trovarci anche sui canali social Linkedin e Facebook.

Covid Manager – Safecheck. Ripartire in sicurezza.

Covid Manager – Safecheck.

Ripartire in sicurezza.

Nel mese di Luglio 2020 Studio Amorini, ha conseguito la qualifica di Covid Manager, frequentando un corso riconosciuto da ICEP (Organismo per la certificazione delle competenze) e superando con profitto l’esame richiesto. Tale risultato va ad incrementare le competenze possedute, che ci consentono di seguire al meglio le imprese nei molteplici aspetti legati al Risk Management.

Certi di fornire un servizio sempre più adeguato e flessibile alle esigenze delle aziende, al fine di prevenire sanzioni da parte degli Enti di controllo, Vi proponiamo 2 livelli di servizio:

 1. un Safecheck, volto a verificare l’adeguatezza delle misure adottate per la prevenzione della diffusione del Covid-19 alle disposizioni normative vigenti.

In particolare le attività previste dal “Safecheck” sono:

-Verifica della documentazione predisposta per far fronte all’emergenza,

-Verifica operativa del livello di implementazione della documentazione da parte del personale.

Ad esito positivo dell’attività verrà rilasciata un’attestazione di conformità.

 2. “Incarichi di responsabilità”:

-Nomina di Covid Manager esterno

-Nomina Membro Comitato Interno.

Con la professionalità e l’approccio consulenziale che da sempre ci caratterizza, saremo ancora una volta dalla Vs parte per sostenere e tutelare la Vostra azienda.

Per ogni necessità o richiesta potete contattarci telefonicamente al numero 0364.538077 oppure all’indirizzo mail: info@studioamorini.it.

THE CASH IS KING! Focus sulla liquidità aziendale.

THE CASH IS KING!

Focus sulla liquidità aziendale.

HAI MAI PENSATO COME MONITORARE I FLUSSI DI CASSA DELLA TUA AZIENDA?

La gestione della liquidità aziendale rappresenta un tema cruciale, assumendo ancora più importanza in periodi di contrazione economica come quello che stiamo attraversando.

Studio Amorini ti aiuta tramite il Servizio “Focus liquidità aziendale”, sviluppato dal nostro team di esperti, ha l’obiettivo di supportare le aziende nell’ottimizzazione della gestione della liquidità, attraverso interventi personalizzati e specifici su 3 ambiti:

 1. Analisi della situazione aziendale e delle criticità specifiche;

 2. Sviluppo di sistemi di monitoraggio di cassa;

 3. Budget di cassa (sistemi di previsione del fabbisogno di liquidità a breve/medio termine).

Il servizio è completamente personalizzabile e si adatta alle reali esigenze aziendali, costruendo un efficace sistema di gestione della liquidità “su misura” partendo dagli strumenti già presenti in azienda. La completa personalizzazione consente di raggiungere il livello di dettaglio desiderato e permette di pianificare un progetto di implementazione per gradi, seguendo il naturale sviluppo aziendale.

Come dice un proverbio inglese:

il fatturato è pura vanità, l’utile d’esercizio è ragionevolezza ma la cassa è realtà!

Essere consapevoli della posizione finanziaria della propria azienda e della capacità di autofinanziarsi senza dover ricorrere all’indebitamento è necessario per sopravvivere e puntare alla crescita!

RICHIEDI UN CHECK UP VALUTATIVO GRATUITO

CONTATTANDOCI AL NUMERO 0364.538077 o SCRIVENDO a info@studioamorini.it.

OT 23: GESTIRE LA SICUREZZA SUL LAVORO CONVIENE!

OT 23: GESTIRE LA SICUREZZA SUL LAVORO CONVIENE!

Investire nella gestione della sicurezza è sempre conveniente, e questo già è noto a molti, ma a conferma di ciò dal sito web dell’Inail è possibile scaricare il modulo per richiedere la riduzione del tasso medio di tariffa per l’anno 2021. Tale richiesta potrà essere effettuata alla luce degli interventi realizzati entro il 31 dicembre 2020 per gestire, prevenire e mettere in sicurezza la propria Organizzazione.

Nello specifico tra le misure che garantiscono il raggiungimento del punteggio necessario per vedersi riconosciuta la riduzione rientrano:

 – prevenzione degli infortuni mortali (non stradali);

 – prevenzione del rischio stradale;

 – prevenzione delle malattie professionali;

 – formazione, addestramento e informazione;

 – gestione delle emergenze e dpi;

 – misure organizzative per la gestione della salute e sicurezza, tra queste rientrano:

 – l’adozione di un modello di gestione certificato UNI ISO 45001:2018 (100 punti);

 – l’implementazione o il mantenimento di un sistema di Responsabilità Sociale certificato SA 8000 (70 punti);

 – l’adozione un sistema di rilevazione dei quasi infortuni e attuazione delle misure migliorative idonee a impedire il ripetersi degli eventi rilevati (50 punti);

 – l’adozione e il mantenimento del modello organizzativo e gestionale di cui all’art.30 del d.lgs. 81/08 e s.m.i. (MOGC di cui al D. Lgs. 231/01), anche secondo le procedure semplificate di cui al d.m. 13/2/2014 (100 punti);

 – l’applicazione della Prassi di Riferimento UNI/PdR 51:2018 “Responsabilità sociale nelle micro e piccole imprese (MPI) e nelle imprese artigiane, ovvero imprese artigiane – Linee guida per l’applicazione del modello di responsabilità sociale secondo UNI ISO 26000” (100 punti).

Nella nuova procedura di richiesta è prevista una semplificazione rispetto alle modalità di attribuzione dei punteggi; non sono più previste differenziazioni degli interventi e, per le operazioni particolarmente significative, viene ampliato l’arco temporale di validità del riconoscimento dando evidenza del mantenimento e della continuità di attuazione degli stessi nell’anno precedente a quello di presentazione della domanda.

I tassi di risparmio applicabili ad oggi indicati dall’INAIL sono i seguenti:

Per esemplificare, in termini di risparmio, l’incidenza che può avere lo sconto OT 23 si propone lo specchietto che segue:

Come emerge da tale calcolo è evidente che l’implementazione di un Sistema di Gestione Sicurezza, strumento attraverso cui è possibile raggiungere il punteggio richiesto per il riconoscimento dello sconto OT 23, comporta per l’organizzazione anche vantaggi economici.

Le imprese interessate alla realizzazione dei sistemi di gestione indicati, o che intendono conseguire uno degli interventi che permettono la riduzione del premio annuo INAIL, possono contattarci al numero 0364.538077 o scrivendo a info@studioamorini.it.

I SISTEMI DI GESTIONE COME STRUMENTI PER AFFRONTARE LA CRISI

I SISTEMI DI GESTIONE

COME STRUMENTI PER AFFRONTARE LA CRISI

Albert Einstein scriveva: “È nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato”.

La situazione attuale spinge inevitabilmente le imprese a trovare nuove strategie e soluzioni finalizzate a tutelare i propri Asset.

Ma quali metodologie e strumenti utilizzare per trovare le giuste soluzioni?

Esistono strumenti semplici ma efficaci, che, se applicati in modo sistemico, possono aiutare a superare questo momento di difficoltà: i Sistemi di Gestione. Questi sono, per loro natura, idonei ad analizzare processi, linee di business, innovazioni, progetti, nuove esigenze del mercato e di tutte le parti interessate (dipendenti, clienti, fornitori, ecc.). I Sistemi di Gestione, adeguatamente utilizzati, possono assicurare la tutela del patrimonio aziendale, in modo da poter reagire o addirittura prevenire eventi spiacevoli, perché hanno nel loro DNA il principio del miglioramento continuo. Aspetto da non sottovalutare è il loro scopo principale: realizzare una organizzazione efficiente, attraverso l’ottimizzazione dei processi, il che a conti fatti si traduce in risparmio.

Nel concreto ci sono tre strumenti, tipici dei sistemi di gestione che più di altri si sposano pienamente alla necessità di fronteggiare la crisi e tutelare il proprio Business.

Primo fra tutti è l’Analisi del Contesto, che permette di acquisire consapevolezza rispetto allo scenario in cui l’azienda opera, identificandone minacce ed opportunità.

Un secondo strumento a supporto delle aziende è la Valutazione del Rischio; attraverso l’analisi dei processi, permette di acquisire consapevolezza sui propri punti di forza e di debolezza allo scopo di verificare se l’organizzazione ha attuato tutte le misure e le azioni necessarie per affrontare gli scenari di incertezza e mitigare i rischi in cui potrebbe incorrere.

Un terzo strumento a supporto delle imprese, e tipico dei Sistemi di Gestione, è l’utilizzo di un “cruscotto”, che permette di monitorare gli indicatori aziendali, anche di natura economico-finanziaria, finalizzati a misurare le performance, individuare quei processi maggiormente penalizzati per effetto della crisi ed attuare adeguate azioni di miglioramento. Gli indicatori sono elementi utili per avere una rappresentazione dell’andamento aziendale ed il loro monitoraggio restituisce un’immediata fotografia delle aree che maggiormente hanno subito l’impatto della situazione attuale.

Per rendere questi strumenti ancora più utili e funzionali all’azienda, occorre condividere obiettivi e risultati, a tutti i livelli, perché solo con la partecipazione attiva dei responsabili di processo è possibile individuare soluzioni concrete ed efficaciIn questa situazione più che mai la consapevolezza, la tracciabilità e il monitoraggio, tipici di un buon sistema di gestione, giocano un ruolo determinante per reagire alle difficoltà e migliorare l’immagine aziendale e così RESISTERE ALLA CRISI, SUPERARLA SENZA ESSERE SUPERATI!

 

Per eventuali chiarimenti o ulteriori informazioni potete contattarci allo 0364 538077 o tramite Skype cercando tra i contatti Studio Amorini. 

Ricordiamo inoltre che potete trovarci sui canali social di Linkedin e Facebook.

 

 

PREVENZIONE COVID-19 E RESPONSABILITA’ D. LGS. 231/01

Prevenzione COVID-19 e Responsabilità D.lgs 231/01.

L’emergenza COVID-19 e i provvedimenti di questi ultimi tempi hanno imposto alle aziende di intervenire adottando idonee misure anti- contagio finalizzate alla prevenzione del rischio. Dal punto di vista del D.Lgs. 231/01 il mancato adeguamento a quanto richiesto potrebbe comportare la realizzazione di illeciti amministrativi. È opportuno quindi ricordare che anche in questo periodo è fondamentale comunicare con il proprio Organismo di Vigilanza e aver ben presente che la mancata o lacunosa applicazione di quanto richiesto, in ambito giuridico, può comportare di conseguenza l’apertura di un procedimento.

A titolo esemplificativo, potrebbe essere contestato un illecito ai sensi del D.Lgs. 231/01, nei casi in cui l’organizzazione;

 – abbia proseguito la propria attività anche se non rientrante tra quelle indicate nel DPCM del 10 aprile 2020;

– abbia garantito per tutto il periodo alti livelli produttivi a discapito delle misure di sicurezza e anti-contagio;

 – abbia attuato politiche di contenimento dei costi sull’acquisto di dpi idonei; in questa situazione all’organizzazione potrebbero essere irrogate sia sanzioni pecuniarie (che possono arrivare fino ad un milione di euro) che sanzioni interdittive;

 – utilizzi finanziamenti pubblici per finalità diverse da quelle inerenti la gestione dell’emergenza Covid-19.

Per quanto riguarda i modelli 231, in linea di principio, non sembra necessario un loro aggiornamento, ma è bene che ogni azienda ne valuti l’opportunità, soprattutto per quanto attiene la valutazione del rischio (es. nel caso di variazioni produttive) e l’adeguatezza del sistema di controllo interno (es. nuove misure di prevenzione Covid-19 adottate). Ricordiamo infatti che il D.lgs 231/01 si applica a tutte le aziende, anche se solo quelle che hanno adottato modelli organizzativi 231 efficaci e nominato Organismi di Vigilanza indipendenti e professionali, sono in possesso di uno strumento idoneo a tutelarsi dalle sanzioni previste.

Di seguito riportiamo il link da cui è possibile visionare la tabella riassuntiva indicante gli aspetti da considerare in materia di D.Lgs. 231/01 per cercare di tutelarsi nel miglior modo possibile:

Tabella Riassuntiva Prevenzione Covid-19 e D. Lgs. 231/01

Per eventuali chiarimenti o ulteriori informazioni potete contattarci allo 0364 538077 o tramite Skype cercando tra i contatti Studio Amorini.

Ricordiamo inoltre che potete trovarci sui canali social Linkedin e Facebook.

BUSINESS CONTINUITY, UNA VALUTAZIONE NECESSARIA

BUSINESS CONTINUITY, UNA VALUTAZIONE NECESSARIA.

Gentili Clienti,

oggi l’emergenza che tutte le imprese si trovano a dover affrontare, comporta inevitabilmente la necessità di prendere coscienza dei potenziali danni e della resilienza, agli stessi, della propria attività. Fare una valutazione che evidenzi gli ambiti aziendali più esposti all’emergenza in corso consentirà di sviluppare strumenti e misure idonee ad attutire l’impatto, di tale crisi, sull’organizzazione. In questa situazione, più che mai, è importante individuare come muteranno gli scenari, quale potrà essere il nuovo contesto aziendale, interno ed esterno, in modo da definire priorità di intervento in termini di: strategie, azioni, obiettivi

Per cercare di accompagnare le aziende in questa necessaria valutazione Studio Amorini, in collaborazione con Assocamuna e con il patrocinio di Comunità Montana di Vallecamonica, Unione dei Comuni di Valle Camonica e ANRA ha sviluppato un questionario attraverso cui sarà possibile fotografare la situazione attuale della propria azienda. Si tratta di uno strumento auto – valutativo che prende in considerazione le diverse aree aziendali quali ad esempio: economica, finanziaria, risorse (umane e tecnologiche), fornitori, etc..

I risultati di tale valutazione diventeranno, quindi, uno spunto di riflessione valido per garantire la continuità operativa della propria attività.

Le aziende che fossero interessate a ricevere il questionario possono contattarci all’indirizzo email info@studioamorini.it.

Per eventuali chiarimenti o ulteriori informazioni potete contattarci allo 0364 538077 o tramite Skype cercando tra i contatti Studio Amorini.

Ricordiamo inoltre che potete trovarci sui canali social di Linkedin  e Facebook .