REGOLAMENTO PRIVACY E UNI EN ISO 9001:2015: QUALI SINERGIE

REGOLAMENTO PRIVACY E UNI EN ISO 9001:2015:

QUALI SINERGIE

 

Dal 25 maggio 2018 tutte le organizzazioni avranno l’obbligo di adempiere alle prescrizioni contenute nel Nuovo Regolamento Europeo sulla Privacy (Reg. UE 2016/679), la cui struttura risulta compatibile con i Sistemi Organizzativi UNI EN ISO 9001:2015.

Entrambe le norme attuano un approccio Risk Based Thinking che presume, documentando le scelte intraprese, di identificare i fattori di rischio, verificandone i livelli di esposizione e di gestirli attraverso misure e controlli idonei a minimizzarne gli effetti negativi e massimizzarne le opportunità, innalzando il livello di tutela dell’organizzazione.

COSA CI CHIEDE LA ISO 9001?

…E SE VEDESSIMO IL REG. UE 2016/679 IN QUESTO MODO?

PUNTI DI CORRELAZIONE

CONCLUSIONI:

Le aziende in possesso di un Sistema Organizzativo ISO 9001:2015 sono avvantaggiate nel recepimento del nuovo Regolamento Privacy, in quanto sono già in possesso di uno strumento operativo basato sul metodo PDCA: Plan-Do-Check-Act, utile per integrare efficacemente la nuova documentazione di Sistema Privacy.