BILANCIO SOCIALE

CHE COS’È

Il Bilancio Sociale, nelle sue varie accezioni, costituisce un potente mezzo di comunicazione bidirezionale tra l’organizzazione ed i propri stakeholder.

Esso, infatti, è uno strumento volontario di valutazione e comunicazione connesso alla responsabilità economica, ambientale e sociale di un’organizzazione.

Il Bilancio Sociale non si esaurisce nella pubblicazione di un documento, ma è il momento culminante di un processo che coinvolge la struttura che lo realizza: il processo di rendicontazione sociale. In esso vengono esaminati e valutati aspetti complessivi di gestione, che esulano dalla “semplice” indagine economico – finanziaria, fine principale del bilancio d’esercizio civilistico – fiscale, rendendo trasparenti e comprensibili, sia all’interno sia all’esterno, i programmi, le attività e i risultati raggiunti.

E’ un documento che nasce dalla consapevolezza che esistono diverse categorie di persone, definiti stakeholder, che hanno un diritto riconosciuto, o interesse, a conoscere quali ricadute, o effetti, l’ente produce nei propri confronti.

Tale documento fornisce annualmente una rappresentazione strutturata, sintetica, corretta e veritiera dell’andamento gestionale e dei risultati di un’organizzazione.

ELEMENTI FONDAMENTALI

Evidenziamo di seguito alcuni elementi fondamentali che dovrebbero essere propri di tali documenti:

  • essere realizzati con periodicità annuale e diffusi in tempo utile rispetto alle esigenze informative dei soggetti interessati. In linea generale la loro approvazione da parte degli organi sociali e la loro diffusione dovrebbe avvenire congiuntamente con il “bilancio economico”;
  • essere resi pubblici, agevolando il più possibile l’accesso da parte dei potenziali utilizzatori. Certamente essi dovrebbero essere resi disponibili integralmente sul sito internet dell’organizzazione, quando esistente;
  • avere natura consuntiva, ma contenere anche indicazioni su strategie, obiettivi e programmi futuri;
  • offrire una rappresentazione capace di esprimere il senso complessivo e la coerenza dell’operato dell’organizzazione. La fornitura di dati sulla tipologia dei servizi, sulla quantità dell’utenza e delle prestazioni, cosi come sulla loro qualità, non sono di per sé sufficienti a far comprendere il senso e a valutare la coerenza e l’efficacia dell’operato di un ente. Risulta fondamentale far emergere la connessione tra la missione dichiarata, cosa e come è stato fatto, e i risultati che si sono ottenuti;
  • includere ed integrare informazioni qualitative e quantitative, di natura monetaria e non monetaria, individuando possibilmente un insieme di “indicatori chiave”;
  • contenere informazioni tali da consentire ai lettori di effettuare un confronto tra i valori ottenuti nell’esercizio in esame e altri valori utili per una corretta valutazione: valori di esercizi precedenti, obiettivi predefiniti, standard di riferimento, benchmark di settore, dati di contesto;
  • avere un livello di chiarezza, comprensibilità e accessibilità adeguato alle caratteristiche dei potenziali lettori.

VANTAGGI

  • maggior coinvolgimento degli stakeholder;
  • miglioramento dell’immagine e della reputazione aziendale;
  • condivisione della cultura sociale d’impresa;
  • strumento efficace dal punto di vista relazionale e strategico;
  • miglioramento della partecipazione nei dipendenti e del loro impegno;
  • se asseverato da parte terza, poter usufruire della riduzione del PREMIO ANNUO INAIL, mediamente dal 10 al 30%.