NUOVO CODICE APPALTI

NUOVO CODICE APPALTI

 

Il 19 Aprile 2016 è entrato in vigore il NUOVO CODICE APPALTI (D.Lgs 50/2016), che ha introdotto importanti NOVITÀ tra cui il riconoscimento della premialità per le imprese virtuose che possiedono o hanno intenzione di adottare sistemi di gestione certificati e mettono tra i loro valori prioritari la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Art. 38 – Qualificazione delle stazioni appaltanti tra i requisiti premianti rientra la presenza di sistemi di gestione di qualità degli uffici e dei procedimenti di gara.

Art. 84 – Sistema unico di qualificazione degli esecutori di lavori pubblici: tra i requisiti di qualificazione vi è il possesso di certificazioni di sistemi di qualità conformi alla norma UNI EN ISO 9001 e alla vigente normativa nazionale, rilasciate da soggetti accreditati. (Per i soggetti esecutori di lavori pubblici di importo pari o superiore a 150.000 euro).

Art. 87 – Certificazione delle qualità

Qualora richiedano la presentazione di certificati rilasciati da organismi indipendenti per attestare che l’operatore economico soddisfa determinate norme di garanzia della qualità e sul rispetto dell’ambiente, le stazioni appaltanti si riferiscono a:

  • sistemi di garanzia della qualità UNI EN ISO 9001
  • sistemi di gestione ambientale UNI EN ISO 14001

Art. 93 – Garanzie per la partecipazione alla procedura

La garanzia fideiussoria è ridotta del 50 % per gli operatori economici ai quali venga rilasciata, da organismi accreditati, la certificazione del sistema di qualità conforme alla norma UNI EN ISO 9001. La garanzia fideiussoria è ulteriormente ridotta del:

  • 30%, per i possessori di certificazione BS OHSAS 18001, concernente sistemi di gestione per la Sicurezza;
  • 30%, per gli operatori economici in possesso di modelli organizzativi, ai sensi del Lgs n. 231/2001 (sulla responsabilità amministrativa delle società) e SA 8000 (sulla responsabilità sociale d’impresa);
  • 20%, per gli operatori in possesso di certificazione ambientale ai sensi della norma UNI EN ISO 14001 (30% in caso di registrazione EMAS);
  • 30%, per le aziende detentrici di certificazione UNI CEI EN ISO 50001 riguardante il sistema di gestione dell’energia;
  • 30% per le aziende in possesso di certificazione ISO 27001 inerente i sistemi di gestione della sicurezza delle informazioni.

 


Per informazioni contattateci allo 0364 538077 oppure scrivete al nostro indirizzo mail:

info@studioamorini.it